Programma conferenza

Panoramica e dettagli delle sessioni di questa conferenza. Seleziona una data o sala per visualizzare solo le sessioni in tale data o luogo. Seleziona una sessione singola per visualizzare i dettagli (con eventuali estratti e download).

 
Panoramica sessione
Sessione
SES/W1A: Web Session 1A - Contributi Scientifici
Ora:
Lunedì, 29/08/2016:
15:00 - 17:30

Presidente di sessione: Tommaso Minerva, Università di Modena e Reggio Emilia
Luogo: Virtual Conference Room #1

Show help for 'Increase or decrease the abstract text size'
Presentazioni

CRITERI PER PROGETTARE GLI SPAZI PER L’APPRENDIMENTO DIGITALE A SCUOLA

Beate WEYLAND

Libera Università di Bolzano, Italia

Il contributo esamina l’attuale processo di rielaborazione delle metodologie didattiche da parte delle scuole sospinto dalla massiccia pervasività delle tecnologie. La novità, in questo processo è che ad essa si accompagnano riflessioni legate all’organizzazione funzionale degli spazi scolastici, con una marcata tendenza a considerarli come un veri e propri dispositivi pedagogici.

Per individuare le implicazioni concrete riguardanti la scelta di dove operare come e con quali strumenti, il discorso si sviluppa intorno a possibili criteri per progettare lo spazio digitale partendo dalle note categorie di Tommaso D’aquino di vero, bello, buono e uno. Alla progettazione gli spazi si accompagna anche quella dell’arredo scolastico, che sostiene e informa il processo di digitalizzazione.

La ricerca in corso studia la possibilità di sviluppare ambienti con attrezzature tecnologiche che rispettino dieci categorie (funzionali ed estetiche) individuate. La loro plausibilità è validata dal riferimento ad esperienze concrete di scuole in cui conoscere, desiderare ciò che è bello, ciò che è buono e ciò che è giusto, è ricondotta all’identità con un chiaro profilo pedagogico.


IL SUPPORTO DI MOODLE NELLA FORMAZIONE DEGLI STUDENTI COLLABORATORI (ART. 11 D.LGS. 68/2012) IN BIBLIOTECA

Enrica ZANI, Paola RESCIGNO, Christian GIARDINI, Enrico BONGIOVANNI

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna, Italia

Lo studente collaboratore (art. 11 D.Lgs. 68/2012) è una figura che ormai da anni rappresenta un supporto fondamentale ai servizi delle biblioteche universitarie. Al fine di dare una formazione adeguata ai collaboratori e garantire alle strutture di valutare e tracciare in maniera sistematica l’attività di formazione, alcune biblioteche dell’Università hanno scelto di sviluppare, a supporto del tradizionale corso in presenza, un corso in remoto tramite la piattaforma Moodle. Si illustrano quindi i risultati di due anni di sperimentazione della nuova formula blended learning.


INTERNET E VITA QUOTIDIANA. UN’INDAGINE DELL’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA SUI SUOI STUDENTI.

Nicola CAVALLI1, Paolo FERRI1, Michelle PIERI2, Andrea POZZALI1, Stefano MORIGGI1, Arianna MAINARDI1, Marina MICHELI1, Andrea MANGIATORDI1, Francesca SCENINI1

1Università di Milano Bicocca, Italia; 2Indire, Italia

In questo contributo vengono presentati e discussi i risultati relativi all’utilizzo di Internet nella vita quotidiana da parte degli studenti dell’Università degli Studi di XYZ ottenuti grazie all’indagine sull’utilizzo delle nuove tecnologie da parte degli studenti universitari realizzata dall’Osservatorio sui Nuovi Mediadell’Università degli studi di XYZ. L’indagine in oggetto, che è alla sua quinta edizione (XYZ et al. 2010, 2012, 2014, 2015) ed è stata realizzata nell’anno accademico 2015-2016, in linea anche con le rilevazioni effettuate negli anni precedenti, si è svolta attraverso la somministrazione di un questionario a 5116 studenti iscritti all’Università degli Studi di XYZ. Il questionario è composto da 34 domande, divise in 5 parti: 1. rilevazione dei dati socio-demografici generali, 2. rapporto con la tecnologia e consumi culturali, 3. Internet e vita quotidiana, 4. utilizzo di piattaforme e servizi del Web 2.0 e 5. Internet e università.


LA PIATTAFORMA MOODLE AL SERVIZIO DEL TEST DI ACCERTAMENTO DEI REQUISITI MINIMI (TARM) PER L’INGRESSO IN UNIVERSITÀ

Alessandro BOGINO, Alice BARANA, Michele FIORAVERA, Marina MARCHISIO, Sergio RABELLINO

Università di Torino, Italia

Nell'anno accademico 2015/2016 l'Università di Torino ha sperimentato la somministrazione auto-noma dei TARM (Test di Accertamento dei Requisiti Minimi), che ha coinvolto undici corsi di studio di carattere scientifico appartenenti alle Scuole di Scienze della Natura e di Agraria e Medi-cina Veterinaria. L'erogazione autonoma del TARM, dedicata a studenti sia universitari sia del quinto anno delle scuole secondarie di secondo grado, è stata possibile grazie alla collaborazione con Orient@mente, progetto sviluppato dall’Università di Torino che fornisce strumenti per verifi-care la preparazione e l’attitudine degli studenti alle discipline principali dei corsi universitari. In particolare Orient@mente offre test con valutazione automatica creati e distribuiti attraverso l’integrazione di una piattaforma Moodle con Maple T.A., un sistema di valutazione automatica per la creazione di domande algoritmiche e capace di riconoscere l’esattezza di risposte matemati-che indipendentemente dalla forma equivalente scelta. L’analisi dell’esperienza ha dimostrato l’efficacia degli strumenti adottati e favorisce la scelta di proseguire con la gestione autonoma da parte dell’Università di Torino delle prossime sessioni TARM autunnali dell’anno accademico 2016/17.


IUL (ITALIAN UNIVERSITY LINE): EXPERIENCE, PEDAGOGICAL PERSPECTIVE AND A SUBJECT COURSE PLANNING CASE EXAMPLE

Fausto BENEDETTI, Letizia CINGANOTTO, Patrizia GARISTA

INDIRE, Italia

The paper is aimed at describing the organization, the pedagogical perspective and the methodological framework of the online courses delivered by IUL, Italian University Line, the Italian online university co-funded and promoted by INDIRE (National Institute for Documentation, Innovation and Educational Research) and by the University of Florence.

Moving from the theoretical background of the Knowledge building model and from a brief introduction to the university system and the perspective of an integrated knowledge system in higher Education, the paper will focus on the main features of the courses delivered by IUL, with particular attention to a case example from a course in Biological and Epistemological Sciences, underlying strengths and weaknesses of this planning process.


E-LEARNING STYLES "CONOSCI TE STESSO"

Gabiella Giulia PULCINI, Daniela AMENDOLA, Margherita GRELLONI, Valeria POLZONETTI

Universita di Camerino, Italia

Il presente articolo illustra l’uso della conoscenza degli stili di apprendimento come strumento per un corso pilota di orientamento e tutorato innovativo condotto con la metodologia blended learning. Tale tipo di attività avviata ad Aprile 2016 è attualmente in corso con gli studenti iscritti all’Università degli Studi di Camerino ed impiega gli stili di apprendimento come motore per una ricerca personale volta ad un focus metacognitivo incentrato sul self-direction ed il learn to learn. “Conosci te stesso. Scopri il tuo stile di apprendimento”, titolo del corso proposto fa riferimento al comandamento socratico valido per ognuno di noi di conoscersi e di ricercare il sapere utile per migliorarsi.


I NUMERI DI EDUOPEN: I DATI DEL PRIMO QUADRIMESTRE

Katia SANNICANDRO1, Bojan FAZLAGIC1, Annamaria DE SANTIS1, Valeria FOLLONI1, Cinzia TEDESCHI1, Mihir JANA2, Tommaso MINERVA1

1Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Italia; 2LMS of India, India

La Piattaforma EduOpen (learn.eduopen.org) aperta ufficialmente agli utenti il 21 aprile 2016 ha previsto, nella prima fase di attività, l’apertura di 40 corsi singoli e 5 percorsi formativi, la registrazione di oltre 7.000 utenti tra studenti, docenti e team di sviluppo. Attualmente sono stati rilasciati circa 350 open badge dalla piattaforma Bestr.

Il contributo presenta una prima analisi dei dati raccolti dai database del portale sul numero di utenti iscritti, sulle modalità di registrazione, sulle iscrizioni ai singoli corsi, sul tempo impiegato per il completamento delle attività formative, sulla quantità di attestati e badge rilasciati e, infine, sui dati relativi alle percentuali di dropout registrate in questo primo quadrimestre di avvio dei corsi.



 
Contatti e informazioni legali · Indirizzo contatto:
Conferenza: EMEMITALIA 2016
Conference Software - ConfTool Pro 2.6.112
© 2001 - 2017 by H. Weinreich, Hamburg, Germany