Programma conferenza

Panoramica e dettagli delle sessioni di questa conferenza. Seleziona una data o sala per visualizzare solo le sessioni in tale data o luogo. Seleziona una sessione singola per visualizzare i dettagli (con eventuali estratti e download).

 
Panoramica sessione
Sessione
SES/C3: Sessione C3 - Contributi Scientifici
Ora:
Giovedì, 08/09/2016:
11:10 - 13:00

Presidente di sessione: Paolo Maria Ferri, Università degli Studi Milano Bicocca
Luogo: Aula N
189 posti

Show help for 'Increase or decrease the abstract text size'
Presentazioni
Keynote

OPEN, CON CHI E PER CHI?

Luciano CECCONI

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Italia

Questo contributo analizza alcuni dati relativi al monitoraggio di due corsi universitari, passati dal formato blended al formato moocs, concentrando l’attenzione su due aspetti connessi al concetto e alla pratica dell’openness. Uno degli aspetti è costitutito dall’apertura rispetto al target, cioè l’estensione dell'accesso ad un pubblico più vasto di quello degli studenti universitari; l’altro è rappresentato dalla apertura temporale, cioè la possibilità di accedere ad un corso in modo continuo, senza vincoli temporali (semestri accademici). Si tratta di due note peculiarità dell’open education che nel caso in questione sono osservate in un contesto culturale, accademico e professionale specifico.


OPEN EDUCATORS FACTORY: A PLATFORM TO UNDERSTAND AND DEVELOP OPENNESS ADOPTION AMONG UNIVERSITY EDUCATORS

Fabio NASCIMBENI, Daniel BURGOS

Universidad Internacional de la Rioja (UNIR), Spagna

This paper presents the Open Educators Factory platform, a web tool that aims to facilitate an understanding of the competencies of university teachers with respect to Open Education and to improve these competencies based on targeted recommendations. The platform is based on an original framework which takes into account all the dimensions of the work of an educator: open design, open content, open teaching and open assessment, and represents a way for teachers to self-assess their Open Education readiness as well as for university managers to understand the capacities of their staff. The platform is being used at the moment across a number of universities and will be later released in its final open version, together with the results of the piloting, representing an important advance towards a better understating of the actual level of openness of the teaching population of universities and of the relation between open and networked teaching.


MOOCS AND OERS FOR SOFT SKILL DEVELOPMENT: AN ORIENTATION TOOL FOR STUDENTS AND YOUNG WORKERS

Maria CINQUE1, Giulia FERRERO2, Simona MIANO3

1Università LUMSA, Italia; 2EucA (European University College Association); 3Fondazione Rui

Soft skill development is one of the main issues of many European projects, basing on the results of different researches, which demonstrate that those skills are closely connected with employability. The eLene4work project aims at helping students develop the soft skills mostly required by companies and proposes a strategic partnership among universities. The goal is to test and monitor the possibilities offered by MOOCs (Massive online courses) and OERs (Open Educational Resources) to fill the gaps between the university and the labour market. One of the main outputs of the project consists in designing an Orientation Guide for students and young workers, to help them in choosing and effectively exploiting their participation in MOOCs aimed at the training of soft skills and digital soft skills. This paper reports the first results of the work carried out by the project partners during MOOCs selection and classification, and highlights some important trends in the tools used to foster students’ self regulation and autonomous learning.


UN BILANCIO QUANTITATIVO DI UNO TRA I TANTI POSSIBILI VIAGGI NEL PAESE DI EDUOPEN, IN PROVINCIA DI MOOC

Fabio STELLA, Ezechiele GIARELLI

Università di Milano-Bicocca, Italia

Il contributo analizza in termini quantitativi la prima esperienza MOOC degli autori. Vengono presentati il razionale e le motivazioni che hanno portato alla progettazione del corso, alla scelta degli strumenti informatici per la sua preparazione e produzione. La scelta del cammino didattico che si è inteso sperimentare viene supportata da evidenza quantitativa basata sull’esito di sondaggi condotti su una coorte di circa 200 studenti universitari. I dati raccolti nel corso dell’erogazione del corso MOOC vengono analizzati per fornire evidenza in favore di risposte a diverse domande di ricerca. Nello specifico si descrivono; numerosità, composizione di genere, geografica, e di livello di formazione della coorte di “learners” che si sono iscritti al MOOC. I principali elementi di ambiguità del corso vengono, vale a dire i contenuti e le modalità di utilizzo dei medesimi, così come percepiti dai “learners” vengono presentati ed analizzati. Infine, vengono presentati e commentati alcuni semplici indicatori finalizzati alla caratterizzazione della “tipologia” di ogni “learner”. Un passo ulteriore viene condotto per legare la tipologia di un learner al suo esito finale, vale a dire al completamento del corso con conseguente ottenimento dell’Attestato di Partecipazione al corso MOOC.


PER UN CANONE PEDAGOGICO DEI MOOC. LA PROPOSTA DELLA RUIAP PER LA LORO INTEGRAZIONE CON I MASTER IN UNA STRATEGIA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE E DI FORMAZIONE CONTINUA

Luciano GALLIANI

Università di Padova, Italia

Presentazione dell'esperienza innovativa per il modello pedagogico " connettivo" e "integrato" utilizzato nella progettazione, realizzazione, erogazione, valutazione di un cMOOC su "Riconoscimento delle competenze e validazione degli apprendimenti pregressi", seguito da oltre 600 utenti in gran parte occupati, certificabile con 20 CFU da utilizzare nel Master blended in "Esperto nell'accompagnamento al riconoscimento e validazione delle competenze" erogato in convenzione tra Atenei della RUIAP, secondo una strategia di apprendimento permanente propria della Terza Missione dell'università.


MOOCS DELIVERY AND ASSESSMENT IN HERITAGE EDUCATION. THE DICHE PROJECT EXPERIENCE

Antonella POCE, Francesco AGRUSTI, Maria Rosaria RE

Università Roma TRE, Italia

The present report describes one of the pilot activities foreseen by the EU funded Erasmus+ project DICHE (Digital Innovation in Cultural and Heritage Education in the light of 21st century learning). The above mentioned pilot was carried out at the first level university course in Educational sciences – University Roma TRE, as an internal training module for the conception, implementation and evaluation of MOOC courses, based in museum education contexts.

Main objective of the module was the development of MOOCs design and realisation skills from the learner’s perspective. Educational science students, engaged in the module, were asked to create cultural and heritage education courses for Primary school teaching and learning. The two main pillars of the DICHE pilot, “MOOCs conception and delivery” and “heritage education”, are in line with the most recent national and international field literature research and with the latest Italian education system directions, aiming at a more aware use of technology, in order to develop pivotal skills in active citizenship building. The present paper presents the methodology adopted and the results collected during the training module carried out.



 
Contatti e informazioni legali · Indirizzo contatto:
Conferenza: EMEMITALIA 2016
Conference Software - ConfTool Pro 2.6.112
© 2001 - 2017 by H. Weinreich, Hamburg, Germany